Benvenuto

In questo spazio di libera discussione ogni opinione viene accolta se espressa senza offese e volgarità

lunedì 20 dicembre 2010

Cantata di Natale 2010





Lascia la tua esperienza sulla Cantata di Natale

17 commenti:

  1. NON CI SONO PAROLE!!!
    Domenica sera ho detto solo questo e ne sono ancora più convinto: non c’è bisogno di parole per chiedervi di dare il meglio, siete stati voi a darmi la carica, ad incitarmi anche nei momenti di difficoltà. Abbiamo vissuto tre mesi insieme, sotto lo sguardo amoroso di Maria, uniti dalla misteriosa energia della Musica… e allora, quando entra in campo l’arte che più ci avvicina al mistero di Dio, NON CI SONO PAROLE!
    Domenica sera non c’erano parole anche perché mi si sarebbero rotte in gola, prima durante e dopo il concerto. Resto ammirato dalla vostra bravura, dalla vostra caparbietà, dalla vostra volontà… NON CI SONO PAROLE!
    In questi tre mesi ho raccolto confidenze, sfoghi, emozioni, che sono chiusi in un angolo segreto del mio cuore: difficoltà familiari, problemi di salute, situazioni personali e tanto altro… tutto questo c’era nel vostro canto, la povertà dell’uomo che si china dinanzi al mistero della vita e lascia che sia lui, il Bambino Gesù, a trasformare le piccole e grandi difficoltà di ogni giorno in una sola voce di speranza.
    Io non posso neanche ringraziarvi, lo ha già fatto Lui, donandoci il centuplo durante il nostro lavoro, rafforzando la nostra amicizia, la fratellanza, facendoci conoscere nuovi amici, rivelando ad ognuno di noi quella fede nascosta, fastidiosa, incalzante alla quale non riusciamo a dire di no.
    Devo ancora chiedervi umilmente perdono per gli scatti inconsulti, le parole sbagliate, i nervosismi inutili… so che sapete andare oltre e conoscete l’affetto profondo che nutro per ognuno di voi.
    Per tutto questo, miei carissimi fratelli, NON CI SONO PAROLE!!!
    Lasciamoci avvolgere dall’amore che, ancora una volta, il Bambino Gesù ha riversato su di noi e, dopo questo lungo Avvento vissuto insieme, andiamo insieme a cantare la gioia del Natale. Forti dell’energia trasformatrice della Musica, cerchiamo di trasformare questo nostro difficile tempo testimoniando in esso l’amicizia, l’amore e la fratellanza che abbiamo sperimentato in questi giorni. Ora sappiamo che, anche nel nostro vecchio mondo, il Natale è ancora possibile!
    Auguri a tutti

    RispondiElimina
  2. Benedetta Gifra20 dicembre 2010 17:56

    GRAZIE A TUTTI !! come ogni anno è stata una cantata meravigliosa!! anzi una delle più belle perchè abbiamo avuto tantissime nuove e splendide voci!! speriamo che anche l'anno prossimo ci saranno nuove persone..e ancora più entusiasmo!! grazie a tutti e grazie maestro!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
  3. Ho deciso di non leggere il commento del Maestro... perchè ogni due e tre sta scritto Non ci sono parole.. ma stava finendo a scrivere una Divina Commedia in miniatura...Al di là della cantata e dello spettacolo vorrei dire che ancora una volta il protagonista è stato Lui...e in più vorrei ricordare... che il Napoli è secondo in classifica e che la nostra si è dimostrata una Fraternità molto maturata e cresciuta... sono orgoglioso di farne parte..

    RispondiElimina
  4. io non ho potuto esserci di persona, come mi sarebbe piaciuto e non intendo certo tra il "pubblico", ma son stata lì attimo per attimo ad immaginare il tutto e vi ho anche accompagnati per le prove.......
    appena è venuto oggi padre Camillo son corsa a domandare e mi ha solo confermato quanto il mio cuore già sapeva: " siete bravissimi, ragazzi!!!!! " ("ragazzi" per molti è in ricordo dei tempi in cui ci siamo conosciuti, s'intende, nooooooooo ???????)
    baci baci e auguri per il Santo Natale
    sr Pia cappuccina

    RispondiElimina
  5. Carissimo Ninni, risponderti a tono sarebbe troppo scontato...
    Le emozioni che ci sono state sono state avvertite da tutti. Ricambio con affetto gli Auguri a te ed a tutti gli altri Amici.
    Racchiudo tutte le mie risposte in un grande GRAZIE!!!

    RispondiElimina
  6. devi avvisare prima di mandare questi messaggiiiiii ho iniziato a piangere come una fontana IHIHIIHIH, mi dispiace che sia gia' finita tutta la preparazione allo spettacolo sono stati tre mesi stupendi e per non parlare dello spettacolo vero e proprio.... davvero non so come ringraziarti, nonostante i tuoi impegni lavorativi e familiari sei sempre stato disponibilissimo GRAZIEEEEEEEEEEEEEEE DI TUTTOOOOOOO

    RispondiElimina
  7. Antonio, grazie a te di tutto. Poter cantare nel coro per me è bellissimo e molto importante... Grazie perché ci permetti di farlo tutti insieme, in letizia e in fraternità!

    Giuditta mi diceva ieri che ci dovremmo vedere mercoledì per una serata insieme, nel qual caso vi farò gli auguri di Natale in diretta.
    Baci a tutti!

    RispondiElimina
  8. Il mio commento dell'esperienza....lo potete vedere da voi sulla mia bacheca! :-)

    RispondiElimina
  9. Che cosa posso risponderti, caro Antonio? Le tue parole mi hanno commosso fino alle lacrime e non posso che dire ancora GRAZIE GRAZIE a te e a tutti gli altri per avermi accolta nella fraternità in un momento così triste per me ed avermi regalato, insieme alla magia della musica, il calore del vostro affetto e della vostra vicinanza! Come ti ho già detto, mi auguro che questo possa essere un nuovo inizio per me, l'inizio di un nuovo cammino insieme a tutti voi!.
    Un forte abbraccio a tutti!!

    RispondiElimina
  10. Antonio come sempre le tue parole, come il tuo esempio e la tua dedizione, toccano il cuore fin nel profondo ... Mi associo in pieno a te nel dire che ho trovato un gruppo STUPENDO di persone RICCHE dentro, come ce ne sono davvero poche!!! Una ricchezza data dalla fede, dell'amore verso gli altri e dalla capacità di trarre il bene FACENDO il bene ... come tu stesso hai sottolineato! Dare ... ed essere così ripagati ... semplicemente ... meravigliosamente ...
    Dei veri tesori insomma, e non per modo di dire, da tenere custoditi nel cuore!!! GRAZIE a tutti voi!

    RispondiElimina
  11. AVVISO PER TUTTI I PARTECIPANTI ALLA CANTATA...TECNICI COMPRESI: mercoledi alle 19.30 prove per la S.Messa di Natale e poi alle 20.30 si fa agape fraterna a base di pizza!!!! ;-)

    RispondiElimina
  12. Carissimo Antonio ,non ci sono parole per ringraziarti ,per tutto ciò che hai saputo donare a noi tutti ,con amore ed umiltà. E' da stamane che volevo scriverti, ma non ho avuto tempo. Leggo ora la tua splendida mail e non posso non dirti grazie per la magnifica esperienza che ho vissuto grazie a te, che hai voluto darmi fiducia ed inserirmi nel tuo coro. Ieri sera ho provato un'emozione indescrivibile, si respirava un'aria ricca di calore ed amore! Grazie per tutto questo, ma grazie ancora di più e sempre a Lei, la nostra Mamma amorevole che mi ha instradato in questo cammino in fraternità. Ogni giorno chiedo al Signore di farmi capire se è questo che Lui vuole da me,ogni giorno lo ringrazio per i doni che mi ha dato e cerco di condividerli con il mio prossimo.Anche ieri sera ho sentito una forza amorevole che mi legava a tutti voi. Spero di crescere sempre di più e mantenere sempre vivo lo stesso entusiasmo e la stessa convinzione di voler vivere profondamente lo spirito francescano. Ti voglio bene, ti abbraccio forte e grazie ancora per la tua testimonianza

    RispondiElimina
  13. maestro...
    il vero ringraziamento e x te!!
    grazie a te ho avuto la possibilità di vivere qst esperienza assolutamente unica, che mi ha permesso davvero di assaporare a fondo il significato di fraternità...
    Ti devo ringraziare xke in tutto qst tempo trascorso in tua compagnia sono cresciuto molto, i tuoi mille insegnamenti non solo nel campo musicale ma soprattutto nella vita mi hanno fatto crescere interiormente....
    Non sò cosa davvero ho fatto che il Dio onnipotente mi ha donato una persona come te.
    Non finiro mai di ringraziarti x tutto quello che fai x me, e per la grossa pasienza che hai, grazie davvero di cuore!!!
    grazie a tutti voi....!!!!

    RispondiElimina
  14. è molto bello leggere tutti i vs. commenti, un po'è come rituffarsi nelle miriadi di sensazioni provate...personalmente ero spaccato a metà, da una parte c'era una profonda tristezza xkè non potevo condividere questo momento con paola e leon, dall'altra ero attanagliato dalla tensione e dalla ricerca della concentrazione per poter dare il massimo
    ki mi conosce bene sa la mia idiosincrasia a parlare o a cantare in pubblico, sono atterrito ogni volta; prima di cominciare a cantare mi sono affidato a Dio, affinché tutto potesse diventare preghiera rivolta a Lui
    antonio ha davvero tanti meriti, credo il più grande sia stato quello di farci passare dall'ottica dell'io, del protagonismo, all'ottica del coro, il noi...quello che maggiormente si sposa con lo spirito francescano
    ringrazio tutti di cuore ma soprattutto Dio e la Vergine Maria, davvero ho sentito il calore del suo manto celeste che ci ricopriva
    vi abbraccio uno per uno con affetto
    roberto

    RispondiElimina
  15. A tutti coloro che hanno contribuito con amore alla realizzazione di questo magnifico spettacolo, a cominciare da Antonio ed a finire all'ultimo operatore, desideriamo esprimere tutto il nostro fraterno affetto e gratitudine per il tempo dedicato con amore a tutta la fraternità.

    Gianni e Clelia

    RispondiElimina
  16. è stata la più bella cantata di Natale di tutti i 5 anni vi ringrazio per la Vs detizione e amore che avete messo per farla,e noi tutti vi assicuro che l'abbiamo goduta.Renato e Ave

    RispondiElimina
  17. Carissimi,
    la sera della cantata non sono stata con voi fisicamente, ma - a casa con il piccolo Leon -sapevo che stavate vivendo un momento bello e significativo. E mi sentivo fiera della mia fraternità, di quel che è capace di fare e di essere, (...e di mio marito).
    Mi complimento con tutti voi!
    So che è stato bellissimo e che siete stati bravissimi, ma che, soprattutto, avete dato una grande testimonianza di fede (c'è chi è rimasto impressionato favorevolmente dalla preghiera che ha preceduto la cantata: le vs voci dalla sacrestia si sono sentite in chiesa).
    Dietro una tale opera ci sono sacrifici e impegno, ma soprattutto tanta passione e gioia di condividere e fare fraternità mettendo insieme tante persone diverse tra loro, per compiere qualcosa di bello, sicuramente trasmettendo tanto (e al contempo ricevere tanto) anche a (da) chi non fa il cammino con noi, e cmque essere una cosa sola, nel nome di Dio che si è fatto carne.
    GRAZIE!
    Paola

    RispondiElimina